venerdì 20 gennaio 2017

Scadenze fiscali gennaio 2017: adempimenti e date da ricordare

Scadenze fiscali gennaio 2017: l'anno nuovo porta a nuovi adempimenti e date da ricordare.
Ecco il calendario fiscale dal 25 al 31 gennaio 2017.
Scadenze fiscali, 25 gennaio 2017: Intrasat
Il 25 gennaio 2017 è il giorno dell’adempimento ciclico Intrasat. La scadenza riguarda la presentazione degli elenchi riepilogativi relativi a cessione e acquisti di servizi intracomunitari. Il modello Intrasat dovrà essere presentato il modalità telematica all’Agenzia delle Entrate o all’Agenzia delle Dogane.
L’adempimento Intrasat riguarda:
dati relativi al mese di dicembre per contribuenti con obbligo mensile che effettuano acquisti comunitari per più di 50 mila euro all’anno;
contribuenti con obbligo trimestrale per acquisti relativi al quarto trimestre 2016.

Scadenze fiscali, 31 gennaio 2017: dati sistema Tessera Sanitaria
La fine del mese porta l’importante adempimento per le imprese del settore sanitario. La scadenze è fissata al 31 gennaio 2017 e riguarda l’invio dei dati delle spese sanitarie sostenute dai contribuenti nel 2016.
I dati dovranno contenere il codice fiscale del contribuente e rimborsi da inserire nel modello 730/2017.
Chiamati a rispettare la scadenza relativa all’invio dei dati al sistema Tessera Sanitaria ai fini della compilazione modello 730 precompilato sono:
  • Asl;
  • istituti di ricovero e cura a carattere scientifico;
  • policlinici universitari;
  • farmacie pubbliche e private;
  • parafarmacie
  • presidi di specialistica ambulatoriale;
  • strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa, gli altri presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari;
  • iscritti all’Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri;
  • iscritti agli Albi professionali degli psicologi;
  • iscritti agli Albi professionali degli infermieri;
  • iscritti agli Albi professionali delle ostetriche/i;
  • iscritti agli Albi professionali dei tecnici sanitari di radiologia medica;
  • esercenti l’arte sanitaria ausiliaria di ottico;
  • iscritti agli Albi professionali dei veterinari;
  • strutture autorizzate alla vendita al dettaglio di medicinali veterinari.
  • aziende ospedaliere;
Fonte

0 commenti:

Posta un commento