giovedì 20 aprile 2017

Bilancio d'esercizio 2017: termini di approvazione per il bilancio d'esercizio 2016.


Le società di capitali devono approvare il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio (o entro il maggior termine di 180 giorni, in casi particolari).
Per quest'anno le scadenze sono le seguenti: 30.04.2017 oppure maggior termine del 29.06.2017.
Per l'approvazione c'è un iter preciso da seguire, che può essere così schematizzato:
  • redazione del progetto di bilancio e relazione sulla gestione (se richiesta) e trasmissione del progetto di bilancio e della Relazione sulla gestione all’organo di controllo (se esistente);
  • deposito del bilancio presso la sede sociale per la presa visione da parte dei soci;
  • deposito del bilancio presso il Registro delle Imprese entro 30 giorni dall'approvazione.
Gli amministratori delle società di capitali devono redigere annualmente:
  • il progetto di bilancio, composto da stato patrimoniale, conto economico, rendiconto finanziario e nota integrativa (ai sensi del nuovo art. 2423 del C.c.). Si segnala che seguito delle modifiche apportate all'art. 2423 del codice civile, il bilancio d'esercizio è composto dallo Stato Patrimoniale, dal Conto Economico, dalla Nota Integrativa e anche dal Rendiconto finanziario. Il D.lgs. 139/2015, infatti, ha previsto l'obbligo di redazione del Rendiconto finanziario per tutte le imprese di maggiori dimensioni, per migliorare l'informativa sulla situazione finanziaria della società. Restano esonerati dalla redazione del Rendiconto finanziario: le società che redigono il bilancio in forma abbreviata (art. 2435-bis c.c.), le micro imprese, ossia le imprese che superano i limiti previsti dall'art. 2435-ter c.c.;
  • la Relazione sulla gestione (ai sensi dell'art. 2428 del C.c.), se richiesta.
Se nella società c'è l'organo di controllo tali documenti, prima di essere depositati preso la sede sociale, devono essere trasmessi all'organo di controllo (Collegio sindacale, revisore o società di revisione), almeno 30 giorni prima rispetto al giorno fissato per l'approvazione del bilancio.

Se nella società non c'è l'organo di controllo, si procede subito al deposito dei documenti presso la sede sociale.
Il progetto di bilancio, insieme alla Relazione sulla gestione, alla relazione del Collegio sindacale/altro organo di controllo, deve rimanere depositato presso la sede della società, durante i 15 giorni precedenti alla data dell’assemblea e finché viene approvato, in modo tale che i soci possano prenderne visione.

Il bilancio deve essere approvato entro i termini stabiliti dall’art. 2364, comma 2, del Codice civile:
  • entro 120 giorni dalla chiusura d'esercizio (termine ordinario); quest'anno il termine scade il 30.04.2017 per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare;
  • entro 180 giorni dalla chiusura d'esercizio (termine straordinario); quest'anno il termine scade il 29.06.2017 per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare. 
La possibilità di approvare il bilancio nel maggior termine di 180 giorni è possibile solo in alcune ipotesi particolari, specificatamente previste dal codice civile:
  • società tenute alla redazione del bilancio consolidato;
  • presenza di particolari esigenze connesse con la struttura e l’oggetto della società; in quest’ultimo caso, il maggior termine deve essere previsto dalla statuto della società.
Per approvare il bilancio è necessario prima convocare l'assemblea. Le modalità e i termini di convocazione sono diversi a seconda che si tratti di srl o spa:
  • per le srl, se non è previsto nulla nell'atto costitutivo, la convocazione avviene mediante lettera raccomandata, da spedire ai soci almeno 8 giorni prima della data fissata per l’adunanza dell’assemblea, presso il domicilio che risulta al Registro Imprese, e in essa deve essere indicato il giorno, l'ora, il luogo e gli argomenti da trattare;
  • per le SpA occorre distinguere ulteriormente a seconda che si tratti di:
  • società non quotate sul mercato: in tal caso la convocazione deve essere effettuata mediante lettera di convocazione inviata ai soci 8 giorni prima, oppure mediante fax, e-mail o altri mezzi di comunicazione che garantiscano la prova dell'avvenuto ricevimento;
società quotate sul mercato: in tal caso la convocazione deve essere effettuata mediante la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale o su un quotidiano indicato nello statuto sociale almeno 15 giorni prima rispetto al giorno fissato per l'assemblea.

0 commenti:

Posta un commento