mercoledì 6 giugno 2018

dichiarazione redditi 2018: scadenza ires irap irpef



Il versamento delle imposte sui redditi, per i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi tramite il modello Unico, deve essere effettuato entro specifiche scadenze. Dette scadenze variano a seconda della tipologia di contribuenti, se persone fisiche, società di capitali, società di persone o enti equiparati.
A prescindere dai termini, il versamento delle tasse sul reddito Irpef o Ires per le società, risultanti dalla dichiarazione, è da effettuarsi con modello F24 Agenzia delle Entrate indicando i relativi codici tributo.

Le nuove scadenze fiscali versamento Irpef Ires e Irap ossia delle tasse derivate dal modello Unico, ormai chiamato modello Redditi, riguardano solo il saldo + acconto entro il 30 giugno 2018 che cadendo di sabato fa slittare la scadenza al 2 luglio 2018 mentre per il versamento del secondo o unico acconto, la scadenza rimane sempre entro il 30 novembre senza possibilità di rateizzazione.

Versano a giugno Irpef, ires, irap e Iva tutti i contribuenti titolari di Partita IVA tenuti al pagamento delle tasse sul reddito IRPEF o Ires per le società, derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione unificata annuale da parte dei contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore
Con la prima rata con scadenza 30 giugno, che cadendo di sabato fa slittare il termine al lunedì 2 luglio 2018: il contribuente paga il saldo anno 2017 + eventuale acconto 2018.

In caso di mancato o ritardato pagamento è possibile sanare la violazione versando quanto dovuto entro i successivi 30 giorni. In questo caso è prevista la maggiorazione dello 0,40%.

Le imposte sui redditi per le persone fisiche che presentano la dichiarazione dei redditi con modello Unico devono essere pagate entro le scadenze del 30 giugno - 2 luglio 2018 e del 30 novembre tramite modello F24 Agenzia delle Entrate.
Ricordiamo che per i versamenti Unico per i titolari di partita IVA è obbligatorio il pagamento per via telematica.

I contribuenti che intendono rateizzare il saldo 2017 + primo acconto 2018, possono farlo indicando l'opzione sull'F24.
Il numero massimo di rate con cui è possibile rateizzare l'importo è in 6 rate mensili da giugno a novembre.

0 commenti:

Posta un commento